APOCALISSE TONDELLI21 AGOSTO – RIMINI Un happening di 12 ore in diversi luoghi della città per omaggiare il grande scrittore emiliano

Nel 1985 Tondelli pubblica Rimini, un romanzo che consegna la città al mondo della letteratura. Rimini entra tra le pagine del libro di Pier Vittorio Tondelli per uscirne trasformata. Diventa un palcoscenico su cui si incontrano alcune delle anime che compongono l’Italia degli anni ‘80. Il romanzo non fa in tempo a uscire, che subito diventa un best-seller con tirature da capogiro, ristampato in più versioni. Rimini si guadagna il titolo di classico della letteratura contemporanea.

1985 Apocalisse Tondelli trasformerà Rimini in una città-romanzo, diventando (nell’intera giornata di domenica 21 agosto) palcoscenico reale e itinerante per quei personaggi, quelle storie, quelle atmosfere che Tondelli raccontò così magistralmente.

«Ho ideato Il progetto 1985. Apocalisse Tondelli perché coniuga due miei grandi interessi – spiega Tamara Balducci, che ha ideato, progettato e organizzato il progetto –. Il primo per la letteratura tondelliana, di cui mi innamorai quando giovanissima lessi Camere separate che mi portò poi a scoprire tutti i suoi romanzi, e il secondo è quello di riuscire a vivere il teatro come un’esperienza immersiva che non inizia e finisce solo con il momento di spettacolo. 1985 Apocalisse Tondelli è per me come passare un’intera giornata in un parco dei divertimenti insieme a un gruppo di persone. Si parte dalla mattina, le attrazioni sono diverse, non vedi l’ora di provare l’ebbrezza di fare tutti i giochi così diversi e poi ad un certo punto ti fermi per mangiare un panino, chiacchieri con le persone e la sera non riesci a dormire anche se sei stanco, perché hai gli occhi e il cuore pieno di immagini, sensazioni e pensieri».

«Rimini è la città in cui sono cresciuto. Tondelli ha scritto un romanzo, che parla di Rimini e si svolge in quel lasso di tempo chiamato “la stagione” – sottolinea il regista Teodoro Bonci del Bene –. Il romanzo di Tondelli parla di alcuni esseri umani molto diversi fra loro. Mondi. Fra i vari personaggi c’è Tondelli stesso. Quando ho incontrato queste persone non si chiamavano Bauer, Alberto, Milvia, Claudia… Però le ho incontrate. Rimini, la città, è un’accozzaglia di mondi diversi in uno spazio molto ristretto. Lo spettacolo quindi è un’accozzaglia di stili. Ne viene fuori qualcosa di impossibile: uno spettacolo che dura un giorno, un palcoscenico che in realtà sono cinque e che in realtà nessuno di questi è un teatro, attori e attrici provenienti da galassie distanti. È bello. Non si sa dove sia il centro, una carrellata di personaggi assurdi, grotteschi, adorabili. Se si vuole parlare di Rimini, che sia il romanzo, o la città, voglio farlo come ha fatto Tondelli: con frasi brevi, slegate fra loro, con tanti sinonimi, un po’ con un senso, un po’ con amore, rabbia, speranza».

Che cos’è 1985? Non è uno spettacolo, non è un concerto, non è una performance, non è un incontro. Non è niente di tutto questo e forse è tutto questo insieme.

È un’esperienza unica e irripetibile che il 21 agosto coinvolgerà un gruppo di persone alla scoperta del romanzo di Tondelli e dell’atmosfera degli anni ‘80. Una maratona che prende la forma di uno stravagante happening, un percorso attraverso un romanzo che in qualche modo appartiene a tutti noi, da parte di artisti, attori, studiosi, scrittori, registi.

Come funziona? Lo spettatore si presenterà al “Punto di partenza”, verrà fornito di una cartina con gli orari, le diverse location delle performance e le modalità per raggiungerle. Un percorso esperienziale: 1985 Apocalisse Tondelli è una bolla di sapone, una dimensione parallela che apre le sue porte agli spettatori per 12 ore complessive: dalle 11 di mattina alle 11 di sera. Al suo interno sono previsti diversi momenti di convivialità, socializzazione e pausa fra una performance e un incontro. Un’esperienza immersiva che solleciterà la curiosità dello spettatore da diversi punti di vista attraverso la contaminazione di diversi generi. Trasformeremo la città che dà il titolo ad un romanzo, nel romanzo stesso.

Info: http://www.lecittavisibili.com

Ideazione, progettazione, organizzazione di Tamara Balducci; regia di Teodoro Bonci Del Bene. Le tappe a Rimini: Ala moderna del Museo, Ex – Cinema Astoria, Casina del Bosco (ex- opificio Beccadelli), Palazzo del Turismo, Casina dei matrimoni.

Artisti coinvolti (in ordine alfabetico): Matteo Alì, Riccardo Amadei, Andrea Argentieri, Leonardo Bianconi, Ludovica Bonfante, Michele Di Giacomo, Daniel Dwerryhouse, Mirco Gennari, Graziano Graziani, Nico Guerzoni, Tomas Leardini, Marco Missiroli, Enza Negroni, Enrico Ro, Bruno Stori, Ute Zimmerman. Costumi di Cristiana Curreli di Reedo Lab.

Una produzione Le città visibili, Ministero dei Beni Culturali, Regione Emilia-Romagna, Comune di Rimini. Con il sostegno della Camera di Commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini.

BIGLIETTI

ONLINE > 15 euro su Oooh events (fine vendite: 20 agosto, ore 19.30)

CASSA IN LOCO > 20 euro – Attiva da un’ora prima dell’inizio.

Gli ingressi sono organizzati in tre turni da 50 persone ognuno:

– il primo alle 10:30

– il secondo alle 11:30

– il terzo alle 12:30

Attenzione: l’appuntamento è sempre 10 minuti prima del turno, al Museo della Città di Rimini

OMAGGIO AL COMUNE DI SONDRIO: APPESO IN SALA CONSIGLIO LO STEMMA DI SONDRIO IN LEGNO INTARSIATO Il pregevole lavoro è stato realizzato da Giorgio Squarcia dell’Associazione Valtellina Intagliatori

Lo stemma del Comune di Sondrio ha ora anche una versione in legno, finemente intarsiata, dono dell’Associazione Valtellina Intagliatori, che è stata posizionata su una parete della Sala consiglio, a Palazzo Pretorio.

Un omaggio all’Amministrazione comunale, in segno di riconoscenza per aver coinvolto l’associazione negli eventi organizzati e per aver dato visibilità all’opera che svolge per promuovere e valorizzare la lavorazione artistica del legno, in particolare dell’intaglio, della scultura e dell’intarsio, nel rispetto della tradizione valtellinese. Per la prima volta il sodalizio ha potuto esporre i lavori dei suoi associati, provenienti da tutta la valle, nella mostra allestita a Palazzo Pretorio la primavera scorsa.

Nel pomeriggio di ieri il presidente Bruno Facetti, il responsabile del ramo intarsio Luigi Briotti e l’autore dell’opera Giorgio Squarcia sono stati accolti nella Sala Consiglio di Palazzo Pretorio dal sindaco Marco Scaramellini e dagli altri componenti della Giunta comunale con il consigliere Patrizia Benini, alla quale si deve l’avvio della collaborazione, iniziata con il presepe vivente e proseguita con la manifestazione dell’aprile scorso “Sondrio ti prende per la gola”. Nell’occasione, i volontari dell’associazione, oltre alla mostra, a titolo gratuito, avevano organizzato dei laboratori di intarsio nel cortile della sede municipale e realizzato delle statue in legno che verranno posizionate lungo il sentiero che da Gombaro conduce a Maioni. Il sindaco Scaramellini ha ringraziato per il dono, si è complimentato con l’autore e ha espresso apprezzamento per l’impegno che i componenti dell’associazione dedicano alla divulgazione delle nostre tradizioni e in particolare alla lavorazione del legno.

Città del Vaticano Emissione filatelica fissata al 1 settembre 2022

BEATIFICAZIONE DI GIOVANNI PAOLO I
La fama di santità di Albino Luciani si è diffusa molto presto, in molti lo pregano e hanno chiesto l’apertura della causa di beatificazione, che ora è giunta a conclusione. È stato grazie al riconoscimento di un miracolo avvenuto in Brasile il 23 luglio 2011 quando una bam- bina in fin di vita per gravissime patologie è guarita grazie alla sua intercessione. Papa Francesco, che lo aveva dichiarato venerabile nel novembre del 2017 lo beatificherà il 4 Settembre 2022. Albino Luciani è universalmente ricordato come il Papa del Sorriso, caratteristica che univa all’umiltà, espressa anche dal motto Humilitas, vera impronta del suo magistero fondato sulla semplicità e l’immediatezza del linguaggio, la misericordia, la vicinanza al popolo, l’attenzione per le persone più bisognose e una rinnovata missionarietà. Un pontificato breve, ma un ‘eredità eterna. Solamente 4 le udienze generali, che eppure, per la loro compiutezza, sembrano aver racchiuso in sé il senso di un intero magistero.

Valore facciale: € 1,25
Formato: 30,5 x 41 mm – Dentellatura: 13,77 x 13,66 Foglio da: 10 esemplari – Dimensione: 177 x 106 mm Stampa: Offset 4 colori – Stamperia: Printex (Malta) Prezzo della serie : Euro 1,25
Tiratura: 45.000 serie


CARTOLINE POSTALI
BICENTENARIO DELLA MORTE DI ANTONIO CANOVA

La serie di cartoline emessa quest’anno vuole celebrare il Bicentena- rio della morte di Antonio Canova. La custodia delle cartoline ritrae l’affresco rappresentante l’allegoria per il ritorno a Roma delle opere sottratte agli Stati Romani di Francesco Hayez, che decora la parete XXI del Museo Chiaramonti, voluto e fondato nel 1806 da Papa Pio VII Chiaramonti, allestito e ordinato dal Canova. Le cartoline, ritraggono rispettivamente: il Busto di Pio VII realizzato da Antonio Canova; una Veduta del Gabinetto del Cortile Ottagono con le sculture canoviane del Perseo trionfante e i due pugilatori Creugante e Damosseno; il do- cumento manoscritto firmato da Antonio Canova, Ispettore Generale, con i “Giorni ne quali il Museo resterà chiuso”, e infine una veduta pa- noramica del Braccio Nuovo del Museo, costruito proprio per ospitare le opere rientrate dalla Francia. Nell’impronta di valore è rappresentato il Ritratto di Antonio Canova, realizzato dalla pittrice Maria Luigia Giuli Boccolini.

Numero cartoline: 4
Valore delle cartoline: € 1,20 – € 1,25 – € 2,40 – € 3,10 Formato cartolina: 100 x 150 mm – Formato impronta: 30 x 40 mm Stamperia: Tipografia Vaticana
Prezzo della serie: Euro 7,95
Tiratura: 7.000 serie

CENTENARIO DEL DISPENSARIO PEDIATRICO “SANTA MARTA”
La filatelia vaticana rende omaggio ai 100 anni di attività del Dispen- sario Pediatrico “Santa Marta”, nato l’8 maggio del 1922 con la bene- dizione di Papa Pio XI e affidato alle suore Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli che operano a Santa Marta in Vaticano. Avvalen- dosi della collaborazione di medici volontari dell’Ospedale Bambino Gesù, dell’Associazione SS. Pietro e Paolo, di privati e di altre struttu- re sanitarie romane, il Dispensario offre ascolto, assistenza sanitaria e psicologica e sostentamento a famiglie di qualsiasi provenienza. Il francobollo realizzato su disegno dell’artista Daniela Fusco, presentato in un minifoglio da 6 esemplari, ritrae il Santo Padre insieme ad alcuni bambini a testimoniare il servizio di assistenza svolta dal Dispensario, qui rappresentato attraverso la figura di una suora appartenente all’or- dine delle Figlie della Carità.

Valore facciale: € 1,20
Formato: 30 x 40 mm – Dentellatura: 11 1⁄2 Minifoglio da: 6 esemplari – Dimensione: 176 x 106 mm Artista: Daniela Fusco
Stampa: Offset 4 colori – Stamperia: Bpost (Belgio) Prezzo del minifoglio : Euro 7,20
Tiratura: 23.500 minifogli

CENTENARIO DEL CONCORDATO
TRA LA SANTA SEDE E LA LETTONIA Emissione congiunta: Città del Vaticano – Lettonia
Concordia res parvae crescunt “nell’armonia le piccole cose crescono”. A quest’antica citazione sallustiana, si ispirano i rapporti bilaterali tra la Lettonia e la Santa Sede, di cui la filatelia vaticana, in emissione congiunta con le Poste Lettoni, celebra quest’anno il centenario. Il 19 novembre 1918, il giorno successivo alla proclamazione dell’indipen- denza della Lettonia, il Primo Ministro degli affari esteri, Z.A. Meierovi- cs, si rivolgeva all’allora Segretario di Stato di Sua Santità, il Cardinale Pietro Gasparri, per il riconoscimento del governo provvisorio lettone da parte della Santa Sede. Il francobollo celebrativo di questo anniver- sario riproduce il logo creato per le celebrazioni legate all’evento dove la bandiera lettone e quella vaticana si fondono a formare il numero 100, richiamo grafico-visivo del centenario, ma anche dell’unione e la concordia che legano i due stati.

Valore facciale: € 1,25
Formato: 45 x 28 mm – Dentellatura: 13 1⁄4 x 13 1⁄2 Foglio da: 10 esemplari – Dimensione: 114 x 164 mm Stampa: Offset 4 colori – Stamperia: Cartor (Francia) Prezzo della serie : Euro 1,25
Tiratura: 45.000 serie

DECENNIO
PER IL RIPRISTINO DELL’ECOSISTEMA
Il Vaticano accoglie l’appello a tornare a prendersi cura dell’ambiente, lanciato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, che ha dichia- rato gli anni dal 2021 al 2030 il Decennio delle Nazioni Unite per il Ripristino degli Ecosistemi. Il francobollo vaticano dedicato al ripristino dell’Ecosistema, dal valore di € 7,00, oltre che oggetto da collezione o affrancatura, testimonierà un impegno personale per la protezione dell’ambiente. Per i 45.000 francobolli vaticani sono stati utilizzati 3,9 milioni di filato di poliestere ottenuti dal riciclo di 4000 bottiglie di pla- stica da 600 ml, il che equivale a 85 metri di filato a francobollo e a 8 francobolli prodotti con ogni bottiglia. Per iniziare questo ciclo di emis- sioni legate all’ambiente abbiamo voluto partire da un elemento tanto semplice quanto fondamentale nel ciclo della vita, il seme, che fecon- da nella terra e grazie al calore del sole può giungere a maturazione, come deve farlo la nostra coscienza ambientale ed ecologica.

Valore facciale: € 7,00 Formato: 55 x 55 mm Stampa: Offset 3 colori Stamperia: Hämmerle & Vogel (Austria) Prezzo della serie : Euro 7,00 Tiratura: 45.000 serie


80° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLO IOR

Quest’anno ricorrono gli ottant’anni dello IOR (Istituto per le opere di religione), fondato da Pio XII, il 27 giugno 1942, con il Chirografo l’Isti- tuto per le Opere di Religione. L’espressione “Opere di religione” come si può dedurre dallo statuto ha un duplice significato e si riferisce da un lato alle attività di carità, di apostolato e di pastorale, come il sosten- tamento di una diocesi, di una parrocchia, l’apertura di un oratorio o di una scuola, di un centro di accoglienza, di un ospedale, di una casa famiglia, il restauro di un luogo di culto ecc.; Dall’altro ai soggetti e le organizzazioni, le diocesi, le congregazioni, le missioni e tutte quelle realtà che operano per il bene della Chiesa e della società. Nel fran- cobollo emesso per l’occasione vengono riprodotti i volti dei due papi che determinano questa celebrazione: Pio XII, che ha fondato questa istituzione e papa Francesco che ne ha rinnovato lo statuto. I due pon- tefici sono rivolti verso destra per indicare l’attenzione e la premura che il Successore di Pietro ha per il futuro di questa istituzione. Infine e rappresentato anche il torrione di Nicolò V sede storica dell’Istituto.

Valore facciale: € 1,20
Formato: 41 x 30,5 mm – Dentellatura: 13,66 x 13,77 Foglio da: 10 esemplari – Dimensione: 106 x 177mm Artista: Patrizio Daniele
Stampa: Offset 4 colori – Stamperia: Printex (Malta) Prezzo della serie : Euro 1,20
Tiratura: 50.000 serie

KITKAT E PRIME VIDEO SI ALLEANO PER UN EPIC BREAK NELLA TERRA DI MEZZO

KitKat collaborerà con Prime Video per promuovere la sua nuova serie originale de Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere.

Per celebrare la collaborazione, è stato realizzato un video ispirato al teaser della serie, svelato all’inizio di quest’anno. Il video si apre infatti con un paesaggio montuoso e roccioso, che ricorda quello della Terra di Mezzo, in cui però scorrono colate di cioccolato sulla superficie, prima di scendere a cascata in una valle contornata da pareti realizzate con l’iconico KitKat. Le due rapide si uniscono poi in fondo alla gola, diventando un unico fiume di cioccolato fuso che occupa l’intero schermo; è in questo momento che tutto viene svelato: l’iconico KitKat sale lentamente attraverso il lago di cioccolato, come se fosse stato appena forgiato, ma questa volta ha un aspetto diverso e su ogni finger appare una scritta in elfico prima che lo snack ritorni magicamente al suo stato naturale.

Con questa campagna, gli spettatori potranno vivere un break epico con KitKat e con Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere. E come per tutti i viaggi leggendari, c’è la promessa che l’avventura non finisca e che ne arriveranno altre. Nelle prossime settimane, infatti, i fan potranno trovare gli snack KitKat e Lion presso tutti i rivenditori in Italia della grande distribuzione, insieme alla possibilità di vincere imperdibili premi: a partire da agosto, acquistando almeno 3 euro di questi snack sarà possibile partecipare al concorso e avere l’opportunità di vincere ogni settimana buoni regalo e premi tecnologici Amazon, in aggiunta al viaggio memorabile che potrà essere vinto durante l’estrazione finale.

La campagna, lanciata poche settimane prima dell’uscita della serie su Prime Video (il 2 settembre) è destinata a catturare l’attenzione dei fan di Tolkien di tutto il mondo che si stanno già preparando per l’attesissima serie de Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere.

Inoltre, con l’arrivo della nuova serie arriveranno anche nuove attività legate alla partnership con Prime Video per vivere un’avventura leggendaria e un epic break nella Terra di Mezzo.

A SONDRIO ILLUMINATA LA PASSERELLA SULLE CASSANDRE: DA IERI È APERTA 24 ORE SU 24 L’impianto a basso consumo, discreto ma funzionale, garantisce la sicurezza di chi la percorre nelle ore serali

Da ieri la passerella sulle Cassandre, divenuta in pochi mesi una meta privilegiata per le passeggiate dei sondriesi e un richiamo per i turisti, è aperta 24 ore su 24: l’illuminazione appena installata la rende infatti percorribile in completa sicurezza anche nelle ore notturne. Nuove lampade facilitano inoltre l’accesso dal lato di Maioni, nel tratto che separa la via comunale, già dotata di illuminazione pubblica, dall’inizio del sentiero fino all’imbocco della passerella.

Ieri sera, per l’accensione, erano presenti il sindaco Marco Scaramellini, gli assessori Andrea Massera, Francesca Canovi e Barbara Dell’Erba, insieme ai rappresentanti dell’impresa che ha installato l’impianto e ai progettisti. Discreto ma funzionale, il led che corre lungo i parapetti del ponte, su entrambi i lati, illumina il camminamento senza nulla togliere all’atmosfera suggestiva creata dalle ombre della sera. ≪I corpi illuminanti che abbiamo installato sono a basso consumo – ha detto il sindaco Scaramellini -: in fase di progettazione abbiamo prestato particolare attenzione a questo aspetto. La zona è anche videosorvegliata. L’auspicio è che i cittadini sentano loro questa opera e ci aiutino a conservarla: contiamo sul senso civico di quanti la percorreranno e sulla collaborazione di chi vive nella zona per tenere in ordine i percorsi≫. ≪La passerella è stata completata – ha aggiunto l’assessore ai Lavori pubblici Massera -: siamo molto contenti del risultato finale e della cura dei particolari che il progettista, l’architetto Francesco Venzi, ha prestato nelle finiture, nella pavimentazione e nell’illuminazione a led. L’opera ha avuto un grande successo sin dall’inaugurazione e con questo tocco finale migliora ulteriormente la sua attrattività≫.

L’impianto, collegato a quello dell’illuminazione pubblica cittadina, entrerà in funzione la sera, con l’arrivo del buio, per spegnersi automaticamente alle prime luci dell’alba. La passerella sulle Cassandre, inaugurata nel novembre scorso, finanziata interamente con contributi di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, da ieri è sempre aperta. Suggestivo è anche il colpo d’occhio da piazza Garibaldi, verso la via Caimi, con la striscia di luce che si intravede volgendo lo sguardo verso Mossini e Ponchiera.